Appello per la cooperazione e l’accoglienza dignitosa di rifugiati ed immigrati

| 0 commenti

Si è svolto il 13 marzo 2012 il convegno “Casa Africa parla di Giustizia”

Casa Africa ringrazia della viva partecipazione e invita a sottoscrivere l’Appello proposto al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica e sollecitare le Istituzioni ad adottare soluzioni adeguate per una cooperazione pacifica e per offrire accoglienza dignitosa a  rifugiati e immigrati.

rassegna stampa – link:

AGENSIR

IL MESSAGGERO

UNONOTIZIE

RADIOVATICANA

SOTTOSCRIVI L’APPELLO 

APPELLO

Cari amici, care amiche,

Vi chiediamo di stare al nostro fianco, per promuovere e diffondere il dialogo e la pace tra i paesi in lite e scuotere le coscienze in occidente contro l’ingiustizia perpretrata con lo sfruttamento delle risorse e delle materie prime dell’Africa, per un futuro di rispetto, dignità e armonia fra gli esseri umani e ciò che ci circonda.

Gli immigrati e i rifugiati una volta giunti in Italia sono per lo più abbandonati a loro stessi, non vengono aiutati ad integrarsi e inserirsi nel mondo del lavoro: vengono sfruttati ed emarginati, non una casa da abitare e un lavoro dignitoso per procurare sostegno per se stessi e per la propria famiglia.

Attualmente gli immigrati e i rifugiati soffrono di tempi lunghissimi, fino a più di un anno di attesa per i permessi di soggiorno indispensabili per trovare lavoro, per ricevere un’accoglienza dignitosa, per l’integrazione e la formazione.

Chiediamo procedure più semplici e adeguate alla fascia di reddito e gratuite in caso di assenza di reddito e la possibiltà di estendere a tutti i rifugiati di godere dell’utilizzo dei mezzi di trasporto per facilitare l’integrazione, per frequentare i corsi di formazione e il lavoro.

 La formazione dovrebbe essere programmata per mettere in condizione gli immigrati di fare ritorno a casa o in altro paese dell’Africa al fine di contribuire loro stessi allo sviluppo del loro paese. L’Occidente ha tecnologie, l’Africa ha le materie prime e le risorse per alimentarle, perciò sarebbe cosa migliore lavorare insieme e trarre gli stessi vantaggi: un obiettivo comune da raggiungere, diversi corpi, una stessa mente. Un’azione virtuosa che potrà generare dignità a tutti gli uomini che partecipano e che si fanno promotori di questo programma di sviluppo per l’Africa.

Una risposta valida alla evidente crisi economica mondiale, al rischio d’implosione consiste in un azione di cooperazione nei paesi africani in via di sviluppo, per l’utilizzo pacifico delle materie prime e per avere un mercato più ampio tale da assorbire le eccedenze. Non distruzione delle eccedenze ma distribuzione al giusto prezzo con l’equiparazione al valore della moneta africana. No allo sfruttamento. Si, al rispetto per tutti gli esseri umani.

Da secoli si succedono guerre e devastazioni, ma anche le cosidette ‘potenze’ finiscono, è arrivata l’ora di cambiare la tendenza. La vera civiltà si basa sul rapporto fra i propri simili e l’armonia con tutto ciò che ci circonda. Dalla terra non si porta via nulla, tutto quello che si produce rimane alla terra. Le ricchezze prodotte, il denaro e il potere non rendono immuni nè dalle catastrofi naturali nè dalle guerre e malattie, perciò l’eredità per le future generazioni sono la pace, il rispetto, la fratellanza e la reciproca valorizzazione.

La dignità è l’abito più elegante che l’essere umano possa indossare e non va calpestata.

Compila il modulo sottostante per aderire all’appello di Casa Africa

Gemma Vecchio – Presidente “Casa Africa” – Onlus

 

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo telefono (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

 

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.