Etiopia: Vietato fumare nei luoghi pubblici

| 0 commenti

La città di Mekele, capitale della regione Tigrina, nel Nord dell'Etiopia,
ha adottato un divieto di fumare nei luoghi pubblici, diventando la prima
città etiope a ristringere l'uso del tabacco. 
Questo divieto , in vigore dal 12 gennaio scorso, si applica in tutti spazi
pubblici, bar, ristoranti, compreso l'aperto, negli stadi, scuole,
ospedali, e, alle occasione delle feste religiose. Il decreto prevede,
anche l'interdizione della pubblicità per il tabacco, nei media.

La multa per il trasgressore é di 50 dollari, e, 150 dollari, per i titolari
di stabilimenti. Un importo proibitivo, in Etiopia, dove il salario mensile
medio non supera i 40 dollari, secondo le cifre della Banca mondiale.

Il parlamento etiope ha votato, l'anno scorso, l'interdizione di fumare,
nei luoghi pubblici, per combattere le malattie legate al tabacco,
ma la legge non era stata  applicata in questi termini ristretti.
Circa un giovane etiope su dieci, consuma, quotidianamente,
del tabacco, secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS). La
speranza di vita media, in Etiopia, é di 60 anni.

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.