Immigrazione: Tragedia su tragedia a Lampedusa

| 0 commenti

Con questi sbarchi quotidiani, Lampedusa é diventata il polo
di attrazione di tragedie senza fine. Una isola senza difesa!
Chi può salvare Lampedusa? Dove é l’Europa?

Che fine ha fatto la bontà umana all’ alba di questo nuovo
millennio!. Migliaia sono le persone che attraversano tutti i
giorni il deserto, il mare, per raggiungere l’Europa senza confine,
dal Pakistan, dall’India, dalle Filippine, dall’Africa, dall’Indonesia,
dalla Cina, dall’Afghanistan, dalla Siria, dall’Iraq ecc…

Oggi la morte nel Mar Nostrum, ha preso perfino la mescolanza
dei popoli che si é sempre consolidata in questa parte del
mondo “MEDITERRANEO”, che sembrava essere un angolo
del paradiso, si é tradotto in inferno senza ritorno.
E’ un mare al SOLO controllo dei trafficanti, e quant’altro.
Fenomeni di guerra, di attentati, di terroristi che scuotono
l’intero pianeta .

Muoiono nei mari, sulle barche, per strada, nel deserto,
dappertutto, perfino quelli fortunati che hanno toccato terra,
addirittura qualcuno muore per fame dopo aver raggiunto la Città.

Che potremo fare in questo inizio secolo (XXI°), per difendere
o evitare tragedie, in Italia e nel mondo?
M.BA

“Il nostro mestiere non é di far piacere, tantomeno di far torto,
é di portare la penna sulla piaga.” Albert Londres scrittore

“No, non siete morti gratuiti. Siete i testimoni dell’Africa
immortale, siete i testimoni del nuovo mondo che sarà domani”.
Léopold Sédar Senghor Poeta ed ex- capo d’Stato senegalese

“Arretez le mal avant qu’il n’existe ; calmez le désordre avant qu’il n’éclate”. Lao -Tseu

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.