Impegno premiato per Gioia!

| 0 commenti

Era iniziato il 9 settembre il corso di cucina presso “Colasanti Catering” di Tivoli per Gioia – nome di fantasia per la ragazza migrante vittima di tratta – che ha beneficiato del premio ricevuto da Casa Africa alla rassegna dei progetti di “Mamma Roma e i suoi figli migliori” del 21 aprile 2018.
“Ha ottenuto ottimi risultati sia nella cucina che nella pasticceria”, così recita il diploma di Goia. La ragazza è stata la protagonista, il 6 novembre a Casa Africa, di una piccola festicciola immortalata dalle riprese video e dalle interviste (vedi tutto il video ) realizzate da un giornalista professionista, Max, che per un buon periodo è stato anche volontario nell’insegnamento dell’italiano a Casa Africa e a cui vanno i nostri ringraziamenti.
La  Casa Famiglia presso cui Gioia è ospitata ha seguito le sue frequenze e i suoi progressi nello stage. Durante  le sue otto settimane da Colasanti, azienda della ristorazione romana che realizzata banchetti per ricevimenti di nozze, convention e altre importanti cerimonie, Gioia – a detta dei suoi tutors – è stata sempre disponibile e precisa nell’esecuzione delle diverse preparazione. La ragazza ha molto amato la pasticceria, ma è diventata esperta anche delle preparazioni di piatti salati, come le melanzane alla parmigiana e altre prelibatezze delle nostre cucine regionali.
A consegnare il diploma insieme a Gemma Vecchio, Presidente di Casa Africa, è stato Paolo Masini promotore di Roma BPA. E’ intervenuta anche una rappresentante della Casa Famiglia. Auguri, Gioia, per questo primo passo sulla strada della buona ristorazione italiana! E ancora un grazie a Mamma Roma!

Autore: Maria

Responsabile dal 2010 al 2013 della Settimana europea della democrazia locale presso il Consiglio d'Europa (Strasburgo), è stata Segretario Generale della Fondazione Anci Ideali (Bruxelles) dal 2003 al 2009 e dal 1988 dipendente dell'Anci nazionale a Roma, responsabile dal 1995 dell'ufficio per le politiche comunitarie, le relazioni internazionali e il Mezzogiorno. Dal 2017 collabora con Casa Africa.

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.